terza parte

Il secondo “piano” dello sviluppo:
dai sei ai dodici anni

Nella Formazione dell’uomo, uno dei suoi ultimi libri, Maria Montessori mette l’accento su “La lunga infanzia umana” e sottolinea, ancora una volta, come ogni tappa richieda aiuti specifici.


La seconda infanzia è l’età dell’immaginazione che si allarga in più vasti orizzonti, dagli ambienti della Terra come ai grandi perché. Ma è anche l’età di un particolare periodo sensitivo, guidato da un vivace interesse per capire il proprio posto nel mondo, nella storia degli esseri umani, nei vissuti del presente. Gli arti si allungano, le mani diventano più abili nel costruire, la mente ha nuove curiosità e muove alla ricerca di valori. Prorompente fra questi il senso di giustizia.


Come risponderemo a questa persona, avida di conoscenza, al suo secondo “piano” di sviluppo?


È quanto cercheremo ora di illustrare, con il contributo di vari autori, partendo da due significativi scritti di Maria Montessori: il primo relativo al nuovo modo di sentire e di agire dei ragazzini 6-12 anni rispetto ai 3-6, il secondo su una visione delle interdipendenze tra le tante forme viventi e la conservazione della biosfera, aspetti oggi più che documentati e confermati.

MONTESSORI: PERCHÉ NO?
MONTESSORI: PERCHÉ NO?
Grazia Honegger Fresco
Una pedagogia per la crescita.Che cosa ne è oggi della proposta di Maria Montessori in Italia e nel mondo? Un testo fondamentale, corretto, ampliato e riproposto a distanza di anni, per chiunque si interessi alla vita e alle opere di Maria Montessori. Montessori: perché no? è un testo fondamentale per chiunque si interessi alla vita e alle opere della celebre pedagogista. Sull’onda del recente rinnovato interesse per la figura e il pensiero di Maria Montessori, il testo, già edito da Franco Angeli in 7 edizioni ed esaurito da anni, è stato curato da Grazia Honegger Fresco, corretto e ampliato con uno scritto della stessa Montessori relativo all’Educazione Cosmica e uno sull’apprendimento della nostra lingua per adulti migranti. Il bambino che ha sentito fortemente l’amore all’ambiente e agli esseri viventi, che ha trovato gioia ed entusiasmo nel lavoro, ci fa sperare che l’umanità possa svilupparsi in un senso nuovo. La nostra speranza per la pace futura non risiede negli insegnamenti che l’adulto può dare al bambino, ma nello sviluppo normale dell’uomo nuovo.Maria Montessori Conosci l’autore Grazia Honegger Fresco (Roma, 6 Gennaio 1929 - Castellanza, 30 Settembre 2020), allieva di Maria Montessori, ha sperimentato a lungo la forza innovativa delle sue proposte nelle maternità, nei nidi, nelle Case dei Bambini e nelle Scuole elementari. Sulla base delle esperienze realizzate con i bambini e i loro genitori, ha dedicato molte delle sue energie alla formazione degli educatori in Italia e all'estero.È stata presidente del Centro Nascita Montessori di Roma dal 1981 al 2003 e ne è stata Presidente onorario. È stata consulente pedagogica di AMITE (Associazioni Montessori Italia Europa) e nel 2008 ha ricevuto il premio UNICEF-dalla parte dei bambini.Ha pubblicato numerosi testi di carattere divulgativo.