ATTIVITÀ MONTESSORI PER I PICCOLI

Nota sugli spazi all'aperto
e la natura

…sguinzagliate i bambini; assecondateli: essi corron fuori quando piove, si levano le scarpe quando trovano pozze d’acqua, e quando l’erba dei prati è umida di brina, corrono con i loro piedini nudi per calpestarla: riposano pacificamente quando l’albero li invita ad addormentarsi alla sua ombra; gridano e ridono quando il sole li sveglia al mattino, come sveglia ogni creatura vivente, che divide la sua giornata tra la veglia ed il sonno.


Dr. Maria Montessori, La scoperta del bambino

Adoro il modo in cui, già agli inizi del ’900, Montessori avesse un’idea così olistica dei bambini e del loro sviluppo, inclusa l’importanza degli spazi all’aperto e della natura.
La natura ha la capacità di calmarci, di metterci in contatto con la bellezza e di ricongiungerci alla terra e all’ambiente.

I bambini piccoli apprendono con i sensi. La citazione di Montessori è un esempio di quanto possa essere ricca la loro esperienza. Persino ora da adulta il ricordo delle mie passeggiate di bambina a piedi nudi sul prato è vivissimo.

Se viviamo in città, ogni pochi mesi possiamo pianificare avventure nella natura.
Potrebbe essere un pomeriggio in spiaggia o qualche giorno in tenda o in un bungalow.

Ecco alcuni modi di includere attività Montessori all’aperto e nella natura.

  1. Attività stagionali. A seconda della stagione possiamo prendere un cestino e andare al parco o nel bosco vicino per raccogliere foglie, ghiande, conchiglie, bastoncini, sassi, pietre e pigne. La raccolta dei frutti varia anch’essa da stagione a stagione.
  2. Coltivare ortaggi. Non è necessario avere un orto per coltivare ortaggi a casa.
    Sistemate una postazione per dei vasi con terra, paletta e semi. Tenete a portata di mano un annaffiatoio. Il compostaggio (mettere gli scarti di cibo in un secchio per il compost o una lombricoltura) aiuta i bambini a conoscere il ciclo del cibo e a restituire i nutrienti al suolo.
  3. Occasioni per muoversi. Arrampicarsi sugli alberi, stare in equilibrio sui muretti, sui tronchi degli alberi o appendersi ai rami; oscillare con l’altalena fatta con un pneumatico; andare su una bici senza pedali; calciare una palla; saltare con la corda; rincorrersi, correre veloci; camminare piano.
  4. Osservare insieme la bellezza. Guardare gli insetti al lavoro, le goccioline sulle foglie, i colori al tramonto, i panorami dalle montagne, le increspature delle onde o le acque piatte di un lago, il movimento degli oceani, il vento fra gli alberi, o anche solo la magnificenza dei fiori e delle api nel giardino del vicino. Prendere una lente di ingrandimento per esplorare da vicino, toccare con le mani, ascoltare il movimento degli alberi e dell’erba e odorare la pioggia o i fiori.
  5. Momenti di quiete. Trovare un luogo dove sedere e guardare le nuvole, restare in silenzio, respirare.
  6. Cacce al tesoro. Fate una lista di figure e datevi da fare insieme per trovare tutti i soggetti della lista. In giardino, al parco, nel bosco o in qualsiasi altro luogo all’aperto.
  7. Costruite una capanna, una casetta, un percorso a ostacoli e invitate gli amici.
  8. Opere d’arte. Usate fango, acqua, foglie, fiori, terra, erba e qualsiasi altro tesoro naturale abbiate trovato. Sistemateli creando motivi, forme o lavorate insieme per creare una faccia o un animale.
  9. Muro musicale. In giardino appendete vecchie pentole e padelle, campanelli e qualsiasi altro oggetto che suoni quando viene percosso. Trovate dei bastoncini per fare musica.
  10. Esplorazioni con tutti i climi. Non esiste il cattivo tempo, ma solo il cattivo vestiario. Perciò mettetevi vestiti e scarpe adatti (sia gli adulti che i bambini) e saltate nelle pozzanghere, fate un pupazzo di neve oppure indossate cappello e protezione solare e andate in spiaggia. Uscite sempre, con ogni tempo.

Inoltre: Tutto quello che si può fare con l’acqua: spruzzare le finestre, riempire un secchio e dipingere i mattoni con un pennello, correre fra gli spruzzi di un irrigatore, fare fiumi con sabbia e acqua, divertitevi con le fontanelle al parco.

IL BAMBINO PICCOLO MONTESSORI
IL BAMBINO PICCOLO MONTESSORI
Simone Davies
Crescere un essere umano curioso e responsabile.La guida per trasformare la vita con i bambini piccoli in momenti ricchi di curiosità, apprendimento, rispetto e scoperta.Con centinaia di idee pratiche. È ora di cambiare il modo in cui guardiamo ai bambini piccoli.Utilizzando i principi educativi di Maria Montessori, Simone Davies ci mostra come trasformare la vita con i vivacissimi bambini piccoli in momenti appaganti per tutti e ricchi di curiosità, apprendimento, rispetto e scoperta.Con centinaia di idee pratiche per ogni aspetto della vita con i piccoli, il libro Il bambino piccolo Montessori vi spiegherà come: mantenere la compostezza quando vostro figlio non ci riesce e stabilire limiti con amore e rispetto; organizzare la casa e liberarsi del caos; creare attività Montessori adatte a bambini da uno a tre anni; crescere bambini curiosi e desiderosi di imparare, che amino esplorare il mondo che li circonda; vedere il mondo attraverso gli occhi del bambino piccolo e restarne sorpresi e deliziati. Spero che gli insegnamenti della mia bisnonna trovino il modo di entrare in ogni famiglia attraverso questo bellissimo libro, fonte di ispirazione e ricco di consigli pratici.Carolina Montessori Conosci l’autore Simone Davies è un’insegnante Montessori dell’AMI (Association Montessori Internationale), ed è anche autrice di The Montessori Notebook, il popolare blog e profilo Instagram in cui offre consigli, risponde a domande e organizza laboratori online per i genitori di tutto il mondo.Nata in Australia, vive ad Amsterdam con la sua famiglia, dove organizza corsi genitori-figli nella sua scuola Montessori, la Jacaranda Tree.