Appendice

LA LIBRERIA DI MAMMA E PAPÀ


Brazelton T.B. e Sparrow J.D., Il tuo bambino e… la gelosia, Raffaello Cortina, 2007. Questo è un libro molto completo che prende in considerazione tanti aspetti del rapporto tra fratelli a cominciare dalla gravidanza e quindi dall’annuncio che c’è un fratellino in arrivo. Gli autori spiegano come neutralizzare i bisticci e le schermaglie tra fratelli, rafforzando il legame d’affetto che li unisce. Si parla anche di adozione e quindi del rapporto tra il bimbo adottato e i fratellini, e di situazioni particolari, come la nascita di un fratellino con problemi di salute.


González C., Bésame Mucho, Coleman, 2006. Il libro del famoso pediatra spagnolo Carlos González non riguarda la nascita di un fratellino, ma l’accudimento di un bambino nei primi anni di vita. Tra gli argomenti trattati c’è anche quello della gelosia e, in generale, questo testo è prezioso per capire meglio i bisogni dei propri bambini e cercare di accoglierli con affetto, rispetto ed empatia. Un bel testo “dalla parte dei bambini”.


Faber A. e Mazlish E., Bambini smettetela di litigare, Frassinelli, 1988. Questo testo offre tanti suggerimenti per favorire la relazione tra fratelli, evitando quegli errori che potrebbero intensificare gelosie e rivalità. Utilissimo per prevenire e/o gestire i conflitti, aiuta anche a capire meglio ogni bambino, i suoi desideri, le sue paure, i suoi bisogni. Una lettura ricca di spunti interessanti, purtroppo oggi un po’ difficile da reperire.


Horst P., Fratelli: amore e rivalità, Koiné Centro Psicologia, 2004. Finalmente un libro che prende in considerazione l’amore fraterno in tutte le fasi della vita, dall’infanzia all’età adulta, evidenziandone gli aspetti positivi. Utile per comprendere e favorire il rapporto tra i propri bambini, ma anche, per chi ha fratelli, per approfondire il legame con loro (e sanare eventuali incomprensioni).


Scalisi R., La gelosia tra fratelli, Franco Angeli, 2002. Questo breve saggio si concentra sulla gelosia e ne illustra tutte le possibili manifestazioni. Con suggerimenti per affrontare la situazione e aiutare il primogenito a superare questa fase impegnativa.


Grose M., Primogeniti, mediani, ultimogeniti…, Red, 2009. L’autore prende in esame come l’ordine di nascita influenza il carattere e la personalità di un bambino. Generalizzare, secondo me, non è possibile, ma ci sono spunti interessanti per interpretare la relazione tra i propri figli e, per chi ha fratelli, per comprendere meglio alcune dinamiche della propria famiglia d’origine.

LA LIBRERIA DEI FRATELLI (PICCOLI, PICCOLISSIMI E RAGAZZINI)

Cozza G., Agnelli M.F., Alice e il fratellino nel pancione, Il leone verde, 2010. La mamma di Alice aspetta un bimbo. Alice è molto contenta di diventare una sorella maggiore. Ogni sera racconta al fratellino com’è il mondo fuori dal pancione. E il fratellino le risponde con il loro linguaggio speciale… In questo libro l’attesa di un bimbo è vissuta con grande serenità e si pone l’accento sul legame nascente tra Alice e il fratellino. Dai 2 anni.


Witek J., Roussey C., Il pancione della mamma, Gallucci, 2011. Davanti al pancione della mamma, una bambina attende la nascita del fratellino/sorellina. Nell’attesa, gli racconta i piccoli avvenimenti quotidiani, gli canta una canzone perché possa abituarsi alla sua voce, si stupisce quando lo sente scalciare… A ogni pagina il libro si anima con l’apertura di una finestrella (è un libro pop-up) che mostra il piccolo sorridente nella pancia che diventa sempre più grande… L’età indicata è dai 4 anni, ma se il bimbo è insieme a mamma e papà (che lo aiutano ad aprire le finestrelle senza strapparle) credo si possa sfogliare anche prima.


Panzieri L, Fratellino Zuccavuota, Lapis, 2006. Un libro allegro e “positivo” per accompagnare l’attesa di un fratellino, indicato dai 3-5 anni circa. Il piccolo protagonista non solo è felice di aspettare un fratellino, ma lo rassicura, lo protegge e, dal pancione, gli insegna già un sacco di cose interessanti. Non è un caso se, una volta nato, il piccolino sorride sempre con molta riconoscenza al fratello maggiore… Bello!


Cozza G., Agnelli M.F., Alice sorella maggiore, Il leone verde, 2011. Alice è diventata una sorella maggiore! Il piccolo Nino è nato e lei è l’aiutante ufficiale della mamma. È Alice che aiuta nel cambio del pannolino e che recita filastrocche per il fratellino. E mentre la mamma allatta, Alice le siede accanto per ascoltare le sue storie preferite. Il piccolo Nino ama tantissimo Alice e i suoi sorrisi più belli sono per lei. L’accudimento del fratellino offre anche l’occasione per parlare di allattamento, pannolini lavabili, importanza del contatto e delle coccole. Dai 2 anni.


Cozza G., Agnelli M.F., Un fratellino o una sorellina per Tommi, Il Ciliegio, 2018. Nella famiglia di Tommi c’è una grande novità! La mamma e il papà annunciano che arriverà un fratellino (o una sorellina) e spiegano la gravidanza a Tommi raccontando di quando lui era nel pancione della mamma. Un libro che può accompagnare il lieto annuncio al primogenito e una bella opportunità per ricordare insieme la sua attesa e tutto l’amore che mamma e papà gli hanno riservato in quei nove mesi. Dai 2 o 3 anni.


Pavanello R., La mamma è solo mia! Piemme, 2009. La lupacchiotta Lisa è preoccupata perché teme che il fratellino appena nato si prenda i suoi giochi, il suo letto e… persino la sua mamma! Ma i suoi amici le fanno capire che avere un fratello è bellissimo. Da leggere dopo che il fratellino è nato, se il primogenito è un po’ in difficoltà (prima della nascita forse è meglio evitare per non rischiare di far nascere dubbi in un bambino che aspetta il fratellino senza particolari preoccupazioni!). Dai 3 anni.


Henkes K., E se mi nasce un fratellino? Piemme, 2002. Quando il fratellino era ancora nella pancia, Lilli era la migliore sorella del mondo: gli prestava i giocattoli, gli raccontava i segreti e gli cantava la ninnananna. Ma quando lui arriva è tutta un’altra cosa! Questo libro racconta la gelosia in tutte le sue manifestazioni: Lilli è arrabbiata con Leo, gli fa degli scherzi, lo ignora, ha anche pensato di scappare di casa… Di notte Leo è protagonista dei suoi brutti sogni. Per i bimbi che, dopo la nascita, sono alle prese con un’intensa gelosia c’è la possibilità di immedesimarsi e di condividere il lieto fine insieme a Lilli e Leo. Dai 3 anni.


McBratney S. e Jeram A., Siete tutti i miei preferiti, Fabbri, 2004. C’era una volta una famiglia di orsi. Mamma orsa e papà orso dicevano sempre ai loro tre piccoli che erano i cuccioli più belli del mondo. Un giorno, i tre orsacchiotti cominciarono a chiedersi chi di loro fosse il preferito. Attraverso le parole di mamma orsa e papà orso, si sottolinea che ogni figlio occupa un posto speciale nel cuore dei genitori. Dai 3 anni.


Giraldo M.L., Non ti cambio con nessuno, San Paolo, 2009. Tupitù ha paura che la sua mamma lo cambi con un cucciolo più bravo, più bello e più buono. Questo bel libro non affronta il tema della nascita di un fratellino, ma è rassicurante perché sottolinea che “per ogni mamma il suo piccino è il migliore che ci sia”. Dai 3 anni.


Agostini S., Giallo di gelosia, Gribaudo, 2009. Lucia, Annalara e Tommaso litigano sempre per avere le attenzioni della mamma. I tre fratelli provano ogni volta lo stesso sentimento: diventano tutti gialli di gelosia! Come finirà? Un libro che mette in scena emozioni e situazioni comuni, quando tutti i bambini vorrebbero l’esclusiva dell’attenzione materna. L’indicazione di lettura è dai 3 anni, come sempre dipende da bambino a bambino, poiché la storia è un po’ lunga qualche bimbo potrebbe apprezzarla meglio dai 4-5 anni.


Martin A., Mi scappa la pipì!, Mondadori, 2003. Quando a Marta nasce un fratellino, lei ricomincia a fare la pipì a letto. I suoi genitori sono molto preoccupati e c’è una zia che racconta il fatto a tutto il Paese. Per fortuna l’intervento di un mago aiuta a risolvere la situazione facendo capire a Marta che i suoi genitori hanno fiducia in lei e credono che presto tornerà a restare asciutta la notte. Cacciata di casa la zia cattiva, Marta abbandona il pannolino e torna la serenità. Dai 6/7 anni.


Walsh J.M. e Abbot J., Caro papà, Nord Sud, 2014. Un piccolo drago racconta tutte le cose belle che fa insieme al suo papà. Questa storia dedicata al legame tra padre e figlio può essere particolarmente indicata per prepararsi ai giorni in cui la mamma sarà in ospedale e il bimbo sarà affidato alle cure del papà e nel periodo successivo alla nascita, quando il papà trascorre del tempo in esclusiva con il primogenito e insieme si dedicano ad attività “da grandi”. Dai 2 anni.


Costetti V, Rinaldini M., Giacomino aspetta… un fratellino, esserci edizioni, 2009. Questo libro è particolarmente attento ai sentimenti del bambino che aspetta un fratellino e dà un nome alle emozioni che si possono sperimentare in questa situazione. C’è un riferimento alle aspettative deluse, poiché il piccolo protagonista desiderava un fratellino e quando scopre che nella pancia c’è una sorellina, vive un momento di sconforto, poi superato con l’aiuto di mamma e papà. L’approccio utilizzato, specificano le autrici, si ispira liberamente alla Comunicazione Nonviolenta di Marshall B. Rosenberg. Adatto dai 3 anni circa.


Solheim J., James S., Nata ieri. Diario di una giovane giornalista, Il Castoro, 2011. Qui il punto di vista è quello di una sorella minore, una sorellina appena nata che nutre una sconfinata ammirazione per la sorella maggiore. “Promemoria: imitare quella bambina. Essere come lei. Ogni giorno, in ogni momento. Prima, però, imparare a girarsi sulla pancia”. Tenero e divertente, è adatto dai 3 anni (e continua a far sorridere ad ogni età).


Cordell M., Un altro fratello, La Margherita, 2013. Questa è la storia di un figlio unico a cui nasce un fratellino. Poi un altro. Poi un altro… Finché i fratellini sono dodici. Un libro divertente che trasmette un messaggio positivo e “incoraggiante” per tutti i primogeniti. Dai 3 anni, ma anche prima con mamma e papà che spiegano le simpatiche immagini.


Jolibois C., Heinrich C., Il giorno del fratellino, Nord-Sud Edizioni, 2012. Carmelito desiderava così tanto un fratellino… Ma quando riesce a realizzare il suo sogno, ecco che il fratellino in realtà è una sorellina. Un imprevisto che il piccolo pollo non apprezza affatto, finché pian piano scopre quanto può essere bello avere una sorellina. L’età indicata è dai 6 anni, ma insieme a un genitore si può leggere anche prima. Le illustrazioni sono particolari (adatte ai piccoli, strizzano l’occhio ai grandi pittori).


Waddel M., Benson P, I tre piccoli gufi, Mondadori, 2013. Tre piccoli gufi, due fratelli e una sorella, aspettano la mamma che è andata a procurare il cibo. Nell’attesa si fanno coraggio a vicenda. Tenero! Da leggere anche ai più piccoli, simpatico per tutti.


Curtis R., L’errore di Babbo Natale, Gallucci 2012. Michi e Alex sono due gemelle, identiche nell’aspetto ma molto diverse nel comportamento. Un libro che parla delle differenze e si chiude con una bella celebrazione dell’amore tra sorelle. Indicato dai 5 anni circa.


Masurel C., Come cane e gatto, PescaMela edizioni, 2003. I protagonisti di questa storia litigano in continuazione, per i posti migliori, per i bocconi migliori, per i giochi, finché non scoprono che c’è qualcosa di buono nella loro convivenza! Il libro adatto fin dai 2 anni, non parla di fratelli, ma mostra come da litigiosi si possa diventare amici.


De Smet M., e Meijer M., Fratello vendesi, Clavis, 2014.

“Marta è stufa. Stufa di suo fratello. Giacomo, un tempo, era dolce e tenero. Mangiava e dormiva. Ma, ora, è diventato un piccolo mostro”. Comincia così la storia di una sorella maggiore alle prese con un fratellino in “età da disastri”, che si diverte a far crollare le torri di mattoncini, rompere pupazzi, strappare disegni. Lei è così stufa che decide di darlo via, ma il pomeriggio non è finito che è già corsa a riprenderlo: “Sai, Giacomo? Non ti lascerò mai più! Tu sei, sì, un piccolo mostro, ma sei il mio piccolo mostro!” Una lettura simpatica per fratelli maggiori (dai 4-5 anni) che sono stanchi delle prodezze (e dei disastri) del piccolino di casa, per capire che i momenti di insofferenza possono capitare, ma che – come scopre Marta – del proprio fratellino non si può proprio fare a meno!


Ormerod J, Joyner A., Lo scambio, Terre di Mezzo, 2015.

Il fratellino di Carolina Coccodrillo sbava, puzza e non è divertente, ma la mamma è tutta concentrata su di lui… Carolina decide di riportarlo al Paradiso dei Piccoli per sostituirlo: prova con un cucciolo di panda, un elefantino, due tigrotti gemelli, ma non funziona proprio. Nessuno è giusto per lei come il suo fratellino. Simpatico e a lieto fine! Dai 4 anni circa.


Rouer B., Fratelli e sorelle… alla larga, Mondadori, 2003. Hai una sorella più grande che ti comanda a bacchetta? Un fratellino che ti copia e ti segue dappertutto, una sorellina chiacchierona che ti spacca i timpani? E tu sogni di essere figlio unico… Si presenta così questo volume illustrato destinato ai bambini più grandicelli, l’età consigliata è dagli 8 anni, io direi dagli 11 anni circa (ma dipende dal bambino, ogni genitore valuti). È un libro che sottolinea e amplifica i possibili difetti di fratelli e sorelle (maggiori e minori) e offre consigli di sopravvivenza tutti da ridere al giovanissimo lettore. Di battuta in battuta, forse può aiutare un ragazzino che sta attraversando una fase di conflittualità o di insofferenza verso i fratelli e le sorelle. Anche perché per ogni versione di fratello “fastidioso” c’è un piccolo riquadro che presenta i vantaggi della situazione (e dietro alle risate il messaggio è buono).


Piccole donne e Piccole donne crescono di Lousia May Alcott. La storia delle sorelle March è un classico della letteratura per l’infanzia. Oggi forse non è più conosciuto come in passato, ma continua ad essere una lettura interessante e si può provare a proporre dagli 8/10 anni circa.

FRATELLI E SORELLE… DA FIABA!

La fiaba de I tre porcellini non ha bisogno di presentazioni, credo che tutti conosciamo i tre simpatici fratellini che riescono a salvarsi dal lupo, facendolo scottare. Questa antica fiaba che fa parte della tradizione orale di diversi Paesi, in genere piace molto ai bambini ed è amata dai fratelli maggiori… forse perché il porcellino più grande si dimostra saggio e prudente e salva se stesso e anche i fratellini? Da leggere e raccontare anche ai piccolissimi, soffiando forte come il lupo.


“Un re aveva tre figliuole belle come il sole e ch’egli amava più degli occhi suoi”. Il re porcaro è una fiaba di Guido Gozzano e narra le avventure di tre sorelle molto unite che sono vittime dell’odio di una cattiva matrigna. In questa fiaba il rapporto di sorellanza emerge con forza, le tre giovani affrontano insieme le avversità e insieme riescono a sconfiggere il male. Un merito particolare alla sorella più piccola, che riesce a salvare se stessa e le due sorelle maggiori.


Hansel e Gretel, in questa fiaba dei fratelli Grimm, l’amore e il legame tra fratelli è protagonista. Il lieto fine con tanto di tesoro che permette alla famiglia di lasciarsi alle spalle la povertà, premia i piccoli protagonisti. È una fiaba che può sembrare “forte” per la presenza della strega cattiva, ma anche per l’iniziale abbandono nel bosco, ma allo stesso tempo può essere un buon antidoto per le paure che comunque i bimbi hanno e che qui vengono superate grazie all’alleanza tra fratelli. I genitori possono provare a raccontarla al proprio bimbo (dai 5 anni circa) e osservare le sue reazioni, per capire se può andare bene per lui.


“La sorellina disse: ‘Andiamo, Fratellino. Ci faremo compagnia e non ci lasceremo mai’. Approfittarono di un momento in cui la matrigna si era addormentata e fuggirono nel bosco”. Questa fiaba dei fratelli Grimm, in cui il legame fraterno è protagonista, è intitolata Fratellino e Sorellina. I due bambini fuggono insieme da una cattiva matrigna e, aiutandosi a vicenda, superano una serie di peripezie e ottengono il loro lieto fine.

Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina - 2a edizione
Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina - 2a edizione
Giorgia Cozza
Favorire l’accoglienza del nuovo nato e la relazione tra fratelli.Tante informazioni utili, suggerimenti pratici e spunti di riflessione per coinvolgere i fratelli maggiori nell’attesa e nell’accoglienza del nuovo nato. La nascita di un bambino è un evento di grande gioia per tutta la famiglia, un evento che può essere vissuto con partecipazione ed entusiasmo anche dal primogenito, se accompagnato dall’affetto e dalla comprensione di mamma e papà.Il libro Benvenuto fratellino, benvenuta sorellina di Giorgia Cozza risponde ai dubbi e agli interrogativi dei genitori, offrendo utili informazioni e suggerimenti pratici per coinvolgere i fratelli maggiori nell’attesa e nell’accoglienza del nuovo nato. Conosci l’autore Giorgia Cozza è una mamma-giornalista, specializzata nel settore materno-infantile, autrice di libri per bambini e numerosi manuali per genitori, divenuti un importante punto di riferimento per tante famiglie in Italia e all’estero.È stata relatrice in numerosi congressi per genitori e operatori del settore e ospite di trasmissioni televisive per rispondere a quesiti legati all’accudimento dei bimbi e a uno stile genitoriale ecocompatibile.